“Inno alla Gioia”: Orchestra degli studenti della Scuola di Musica Santa Cecilia

Home / Concerti / “Inno alla Gioia”: Orchestra degli studenti della Scuola di Musica Santa Cecilia

La Scuola di Musica della Fondazione Musicale Santa Cecilia si pregia di presentare un filmato musicale che la rappresenta nella sua quasi integralità degli strumenti studiati. Lo scopo era quello di offrire ai propri allievi un’esperienza musicale che si distinguesse dai molti video solistici, pur pregevoli, presentati nel corso di questi mesi. Si è pensato quindi di creare un’orchestra giovanile virtuale e di rinnovare per i giovani musicisti, seppur a posteriori, l’insostituibile sensazione di suonare assieme ai propri compagni ed amici. L’impresa non è stata semplice.

Si è partiti dall’arrangiamento creato per l’occasione dal direttore della Scuola, che è stato realizzato tenendo conto, oltre che in base a imprescindibili ragioni musicali, anche nell’includere praticamente tutti gli insegnamenti strumentali presenti nella scuola, pensando già ad una visualizzazione degli stessi. Tutto quello che appare in video è frutto del lavoro dei nostri allievi e dei loro insegnanti. Nessun video e nessun audio sono stati aggiustati o modificati a posteriori, non si sono utilizzati correttori elettronici dell’intonazione o altri processi che potessero snaturare l’esecuzione di studenti e docenti. Il risultato è decisamente sorprendente poiché, come ogni musicista sa, il suonare assieme comporta un ascoltarsi, far respirare il proprio ritmo e la propria intonazione con quella dei compagni. Nel video non si è raggiunta la perfezione musicale, ma poco importa, lo scopo era un altro ed è stato raggiunto oltre ogni più rosea aspettativa.

Il brano scelto è stato il celeberrimo finale della Nona Sinfonia di Beethoven, il comunemente denominato Inno alla Gioia. Le ragioni della scelta di questo brano stanno nella sua popolarità intramontabile, nell’essere diventato l’Inno dell’Unione Europea e nel contenuti del suo testo (da Schiller) che in qualche modo vorremmo fossero di felice auspicio per una pronta rinascita del far musica assieme, senza restrizioni e con vera gioia.